difficoltà:
giornate: 1
quota*:EUR 15 / persona

Le torbiere di Danta
Dolomiti di Comelico


Visita al biotopo: il termine significa in ecologia "luogo di vita" ed è generalmente un'area di limitate dimensioni che ha conservato intatte le proprie caratteristiche naturali, grazie anche al rispetto delle popolazioni locali, e può ancora oggi mostrare comunità viventi ormai rarrissime e spesso uniche

II comune di Danta, pur limitato nella sua estensione, è caratterizzato da numerosi siti di torbiera. Essi sono in generale considerati, dalla popolazione locale, di ostacolo all'attività agricola e selvicolturale e, dalla massa turistica, inospitali e marginali. Tali ambienti sono diventati sempre più rari, vista la continua azione di bonifica operata dall'uomo con la conseguente rarefazione di specie vegetali e animali tipiche. Per questo motivo si è voluto approntare un sentiero didattico che illustri le caratteristiche di questi particolari ambienti per lo più sconosciuti e che, attraverso la loro conoscenza, permetta un'azione di tutela e conservazione.

Il complesso delle torbiere di Danta, insieme a quello della zona di Coltrondo in Comelico, rappresenta per numero di specie rare presenti, qualità delle cenosi e stato di conservazione uno dei siti di maggior rilevanza naturalistica e di interesse floristico-vegetazionale della regione Veneto.

Tre sono le aree particolarmente significative per dimensioni e complessità ecologica.

La torbiera della Val di Ciampo
La torbiera della Val Mauria
La torbiera di Cercenà

Una quarta torbiera di straordinario valore naturalistico, non è compresa nel perimetro del SIC, ma in quello più esteso della ZPS di recente ridefinizione (IT 3230089 “Dolomiti del Cadore e del Comelico): la torbiera di Palù Longo

Numero minimo partecipanti: 8

Equipaggiamento: abbigliamento comodo e traspirante, scarponi da trekking, zaino 40-50 litri, copri zaino impermeabile, giacca impermeabile, indumenti di ricambio, necessario per l’igiene personale, borraccia, bastoncini da trekking

La quota comprende: Guida Naturalistico-Ambientale, assicurazione a carico della guida/accompagnatore. La quota non comprende: servizio di mezza pensione presso la/e struttura/e ricettiva/e proposta/e, noleggio materiali, mance, extra personali e tutto quanto non espressamente menzionato in 'la quota comprende'.

VAI ALLA SCHEDA >
Organizzatore:
Gianfranco Valagussa, Guida naturalistica ambientale regionale
cell: +39 320 7917647
e-mail: dolomititrekking@dolomites-adventure.com

Clausola di esclusione responsabilità: Il materiale presente sul portale è costituito da informazioni fornite dai singoli operatori. Le indicazioni in esso contenute potrebbero non essere esaustive, complete e/o aggiornate. Il portale non ha alcun controllo e non si assume alcuna responsabilità sui contenuti e servizi forniti dai singoli operatori.

QUAL E' IL PERIODO MIGLIORE?

Tutti i giorni previa richiesta almeno 2 giorni prima della partenza.

Prenota subito la tua uscita chiamando Gianfranco Valagussa, Guida naturalistica ambientale regionale al numero +39 320 7917647 o inviando un'email all'indirizzo dolomititrekking@dolomites-adventure.com

VAI AL CALENDARIO >

QUAL E' IL LUOGO DI RITROVO?

Dolomiti - Veneto
zona: Comelico - Sappada
Danta di Cadore (Belluno) - Piazza

[Localizza sulla mappa il luogo di ritrovo.]

    DA - Dolomites Adventure ® è un marchio registrato di Communication Management di Cristina Del Favero. Ogni diritto è riservato.